counter free hit unique web

Recipe: Yummy Seadas – con pasta violada- Sardegna

Seadas – con pasta violada- Sardegna. Le seadas, passo passo, dalla A alla Z. Per ottenere una pasta violada davvero perfetta, bisogna avere una buona manualità e occorre una lavorazione lenta, poiché la pasta va La tradizione delle seadas tramanda umili origini. Mentre quelle del nome sono più controverse.

Seadas - con pasta violada- Sardegna Quelle del nome, in realtà, sono controverse. Secondo alcune fonti la derivazione sarebbe spagnola (la Sardegna è Il segreto principale di questo dolce è principalmente la pasta con cui è preparato. Si tratta della cosiddetta pasta violata (o violada), realizzata con. You can cook Seadas – con pasta violada- Sardegna using 0 ingredients and 8 steps. Here is how you cook it.

Ingredients of Seadas – con pasta violada- Sardegna

Insieme prepareremo le Seadas, con la ricetta originale sarda del dolce più amato in Sardegna: un involucro leggero di sfoglia, ripieno di formaggio fresco, servito con miele La sfoglia è fatta con due ingredienti principali, la semola di grano duro e lo strutto, e viene chiamata in sardo "pasta violada". Ricetta della Pasta Violata, La pasta Violata si utilizza nella cucina Sarda in varie ricette sia dolci che salate, infatti si usa nella realizzazione delle Panadas, delle Formagelle, delle Tilicche, delle Seadas e per altro ancora. Le panadas sarde sono delle tortine salate tipiche fra i piatti della Sardegna composte da un involucro di pasta violata riempito solitamente con carne e patate. Un cenno merita la pasta violata, utilizzata in numerose preparazioni tradizionali tra le quali le seadas.

Seadas – con pasta violada- Sardegna step by step

  1. Ho tagliato a cubi il formaggio e lasciato coperto con un panno fuori dal frigo 2/3 giorni per farlo inacidire..
  2. Ho sciolto il formaggio in un pentolino a fiamma moderata e poi aggiunto la scorza di limone grattugiata. Ho versato il formaggio fuso dentro un taglia biscotti circolare diametro 6 cm (poggiato su tagliere di legno) creando così delle formaggelle e fatte raffreddare in frigo.
  3. Ho riscaldato leggermente l’acqua con il sale. Per la pasta violada ho messo la farina e lo zucchero in una ciotola e ho aggiunto lo strutto mescolando bene con le mani fino a che non si è tutto incorporato. A questo punto si avrà un composto slegato e leggermente granuloso.
  4. Ho trasferito il tutto sulla spianatoia e aggiunto l’acqua salata pian piano continuando ad impastare fino a ottenere un palla omogenea. Ho avvolto con pellicola è fatto riposare in frigo per almeno 30 minuti.
  5. Per tirare la pasta io ho usato la macchina manuale (si può tirare anche col matterello). Ho passato alla macchina (regolata allo spessore più grande) un pezzo d’impasto (che avevo già tolto dal frigo)almeno 5/6 volte passando poi allo spessore successivo fino ad arrivare ad avere una sfoglia di circa un millimetro o poco piu. Ho ripetuto questa operazione una seconda volta ottenendo 2 sfoglie simili.
  6. Su di una sfoglia ho adagiato le formaggelle tolte dal frigo, coperto poi il tutto con la seconda sfoglia. Ho pressato accuratamente i bordi vicino le formaggelle cercando di far uscire tutta l’aria poi col taglia biscotti circolare di 10 cm ho tagliato le seadas. Ho ripetuto questo passaggio fino al completamento ti tutte le seadas..
  7. Adesso si possono anche congelare e usare al bisogno. Per friggerle ho usato olio di arachidi posandovi la seadas e irrorando con un cucchiaio di olio bollente la superficie scoperta fino alla completa cottura.
  8. Adesso la che ho cotto la mia seadas posso cospargerla con del miele di acacia oppure con dello zucchero.

Altro accorgimento da seguire è di non bucare la pasta durante la frittura. Molto importante il dover bagnare di continuo con un cucchiaio la sebadas per evitare di capovolgerla. Le seadas sono dei dolci tipici della sardegna, l'impasto racchiude un cuore morbido di pecorino ed è arricchito con miele liquido: ecco la ricetta. Chiudete le seadas con un secondo disco di pasta. Se fosse necessario inumidite il bordo con poca acqua in modo da facilitare la chiusura.

You May Also Like

About the Author: admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.