counter free hit unique web

Recipe: Perfect Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi)

Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi). Fantastica ricetta di Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi). Ispirata dalla seconda lezione della videoscuola di Cookpad, con @flaviagiordano, ecco la mia versione dei Malloreddus, più noti come Gnocchetti sardi, un impasto grezzo e dal sapore molto rustico grazie alla presenza di. Prezzemolo q.b. ½ bicchiere di vino bianco; Sale q.b.

Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi) Il piatto delle grandi occasioni, del Natale, della Pasqua, dei pranzi della domenica in famiglia. I Malloreddus sono un prodotto tradizionale della Sardegna, in particolare del Campidano, dalla forma allungata di bastoncino vuoto con il dorso caratterizzato da rilievi paralleli (rigati). Il loro nome deriva dal termine dialettale malloru, ossia toro, poiché la loro forma panciuta ricorda la pancia dei vitelli (malloreddus = vitellini). You can have Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi) using 16 ingredients and 15 steps. Here is how you achieve it.

Ingredients of Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi)

  1. You need of Per i MALLOREDDUS:.
  2. Prepare 200 g of farina senatore Cappelli.
  3. It’s 100 g of farina di orzo.
  4. You need 100 g of semola rimacinata.
  5. You need 2 of sacche di nero di seppia fresche.
  6. It’s of Acqua qb (circa il 50% della farina totale).
  7. It’s of Per il CONDIMENTO:.
  8. Prepare 4 cucchiai of olio evo.
  9. Prepare 5-6 spicchi of d’aglio fresco.
  10. Prepare of Prezzemolo.
  11. You need qb of Pepe e peroncino.
  12. It’s 8 of pomodori ciliegino.
  13. You need 250 g of mazzancolle.
  14. You need 1 vaschetta of cozze nere (già sgusciate o un kg di cozze con il guscio).
  15. It’s 1 of seppia fresca di media grandezza.
  16. You need of Mezzo bicchiere di vino bianco.

I gnocchetti sardi o detti anche malloreddus, come si vede, sono disponibili in diverse varianti di gusto e colore, la lavorazione è sostanzialmente sempre la stessa, con la differenza dell'aggiunta di ingredienti come lo zafferano o il nero di seppia durante la lavorazione, che rendono questa pasta tipica sarda ancora può gustosa e prelibata. Gnocchetti Sardi o Malloreddus (nome dialettale che significa "vitellini", in genere sono caratterizzati dalla presenza dello zafferano e non nell' impasto a base di acqua e semola di grano duro. Tipici nella zona del Campidano in Sardegna,dove vengono ancora preparati dalle donne sarde artigianalmente Sono ormai diffusi in tutta Italia e prodotti anche a livello industriale. Gnocchi sardi al nero di seppia – Le Delizie di Buono!

Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi) instructions

  1. Prima di tutto prepariamo l’impasto per la pasta fresca. In una ciotola capiente unire le farine e mescolare. Creare una fontana al centro e, rompendo le sacche di inchiostro, vetsarne il contenuto al centro. Poi aggiungere pian piano l’acqua poco per volta e con una forchetta iniziare a impastare. ATTENZIONE! Indossare i guanti fin dall’inizio e della preparazione!.
  2. Quando l’impasto inizia a prendere forma procedere con le mani finché tutta la farina non sia stata raccolta.. Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi)
  3. Trasferirsi sulla spianatoia di legno e lavorare energicamente una decina di minuti fino a rendere l’impasto bello liscio. Poi formare un panetto, coprirlo con la ciotola capovolta sopra per non farlo seccare e lasciarlo riposare. Nel tempo di riposo preparare il sugo di condimento..
  4. Sbucciare l’aglio e tagliarlo a fettine sottili. In un wok unire 4 cucchiai di olio evo e l’aglio. Preparare il pesce..
  5. Lavare e spellare la seppia, tagliarla a stiscioline piccole e poi ancora a pezzetti. Tenere in una ciotola pronta..
  6. Sciacquare velocemente i gamberi, sgusciarli eliminando il carapace (la testa), l’esoscheletro e il filo nero dell’intestino. Raccogliere in una ciotola..
  7. Sgocciolare le cozze dalla loro acqua senza buttarla (la impiegheremo per il sugo dopo averla filtrata). Controllare che non abbiano residui di corda ancora attaccata ed, eventualmente, eliminarla. Tenerle pronte in una ciotola..
  8. Accendere il fuoco basso e lasciar lentamente imbiondire l’aglio. Poi eliminarlo e aggiungere nell’olio l’acqua filtrata delle cozze..
  9. Tagliare i 4 spicchi i pomodori..
  10. Quando nel wok il bollore è ripreso, aggiungere dei gambi di prezzemolo, il pepe, il peperoncino e i pomodori; lasciarli appassire a fiamma viva per 4-5 minuti..
  11. Poi unire la seppia e il vino bianco e cuocere per 8-10 minuti..
  12. Aggiungere ancora le cozze e farle cuocere altri 5 minuti e in ultimo i gamberi. Mescolare bene. I gamberi, a contatto con il sugo caldo, cuoceranno subito, basterà meno di 1 minuto, ma ve ne accorgerete perché cambieranno immediatamente di colore. Spegnere il fuoco e lasciare coperto. Il sugo è pronto. Tritare il prezzemolo e aggiungerne una metà nel sugo. Il resto lo spolverete sul singolo piatto..
  13. Riprendere l’impasto. Tagliare un pezzettino lasciando il resto sempre coperto affinché non si secchi. Lavorarlo in un rotolino lungo e sottile più o meno quanto un dito. Tagliare piccoli tocchetti tutti uguali con una lama liscia e cavare ognuno di essi sul rigagnocchi.. Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi)
    Malloreddus al nero di seppia (gnocchetti sardi)
  14. Man mano raccogliere gli gnocchetti formati su vassoi di cartone in modo che non si sovrappongano altrimenti si attaccherebbero gli uni agli altri. Terminato tutto l’impasto, procedere con la cottura. Trattandosi di pasta freschissima, ci vorrà pochissimo, 3-5 minuti. Scaldare anche il sugo che nel frattempo si sarà raffreddato..
  15. Impiattare aggiungendo su ogni piatto il sugo di pesce e spolverando con altro prezzemolo e del pepe nero. Servire caldo.

Dalla tradizione Sarda i malloreddus al pecorino, un primo piatto semplice a base di gnocchetti sardi conditi con un sugo squisito! Malloreddus al nero di seppia trafilati al bronzo, a lenta essiccazione. Questa lavorazione conferisce ai malloreddus la loro speciale forma. Questa pasta tipica sarda può essere servita con salsa di pomodoro e basilico e sughi di carne. I malloreddus, o gnocchetti sardi, sono la pasta della Sardegna per eccellenza.

You May Also Like

About the Author: admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.