counter free hit unique web

How to Make Appetizing Tortiglioni al salmone e semi di finocchietto selvatico

Tortiglioni al salmone e semi di finocchietto selvatico. Il finocchietto selvatico è una pianta aromatica officinale molto semplice da tenere, tanto che spesso si trova spontanea. Peraltro il finocchietto selvatico è di facilissimo reperimento: è una pianta perenne, diffuso ovunque in Italia e disponibile tutto l'anno. E comunque si trova anche nei supermercati, sia fresco, sia anche secco… da usarsi se proprio non si trova il fresco.

Tortiglioni al salmone e semi di finocchietto selvatico Tortiglioni con broccoli e luganega, al profumo di finocchietto selvatico. Un primo piatto di pasta dai sapori semplici e piacioni. E allora, siete pronti a preparare questi tortiglioni con broccoli e luganega? You can cook Tortiglioni al salmone e semi di finocchietto selvatico using 0 ingredients and 2 steps. Here is how you cook it.

Ingredients of Tortiglioni al salmone e semi di finocchietto selvatico

Unite anche la provola tagliatela a tocchetti piuttosto piccoli. Insalata di yogurt con gamberetti e salmone. un cucchiaiO di finocchietto selvatico tritato. un limone non trattato. olio extravergine di oliva per condire. In una ciotola versate il succo di limone e i semi di finocchio, unite due cucchiai di olio e il finocchietto selvatico. Fate marinare nel liquido le fette di salmone per almeno tre ore in frigo.

Tortiglioni al salmone e semi di finocchietto selvatico instructions

  1. Metti a cuocere i tortiglioni in abbondante acqua. Nel frattempo, taglia il salmone a piccoli pezzi oppure a listarelle e mettilo in una ciotola con il quark, qualche goccia di succo di limone e una presa abbondante di pepe nero. Mescola bene..
  2. Scola i tortiglioni al dente e unisci qualche cucchiaio della loro acqua di cottura, poi il salmone con lo yogurt. Mescola bene e spolverizzare con i semi di finocchietto selvatico, pepe nero appena macinato e sale. Servi in tavola..

Lavate e asciugate il finocchietto selvatico. Tenete le parti più tenere e mettetele nel mixer, aggiungete le mandorle e un po' d'olio. Azionate il mixer ad intervalli, facendo attenzione a non surriscaldare le lame. Quando il composto è ancora grossolano trasferitelo in un mortaio. Peccato che ora io non riesca più a trovarla da nessuna parte e quindi non me la possa più gustare.

You May Also Like

About the Author: admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.