counter free hit unique web

How to Cook Appetizing Gnocchetti sardi salsiccia e caprino – malloreddus

Gnocchetti sardi salsiccia e caprino – malloreddus. Se è vero che la ricetta tipica della gastronomia sarda e della tradizione pastorale è quella dei malloreddus alla campidanese, ovvero quella degli gnocchetti sardi conditi con un gustoso ragù a base di salsiccia sarda, pomodoro, zafferano e cipolla, questo formato di pasta si presta ad essere arricchito da tantissimi condimenti. Il piatto classico della cucina sarda sono i malloreddus alla campidanese con ragù di salsiccia e zafferano. Ma i gnocchetti sardi si sposano benissimo con tantissimi sughi sia di terra che di mare, dalla semplice "bagna burda" sughetto di soli pomodori freschi, fino ad incontrare perfettamente il sapore di crostacei e frutti di mare.

Gnocchetti sardi salsiccia e caprino - malloreddus Si tratta peraltro di un piatto piuttosto noto anche fuori dall'isola con il nome di gnocchetti sardi al ragù sardo di salsiccia. Se volete puntare su una variante golosa per dare un po' di sprint in più ai vostro gnocchetti sardi al ragù di salsiccia, usate lo zafferano. Fate sciogliere i pistilli di una bustina in poco brodo di carne caldo e poi aggiungeteli alla salsa con pomodoro e salsiccia. You can have Gnocchetti sardi salsiccia e caprino – malloreddus using 7 ingredients and 6 steps. Here is how you cook that.

Ingredients of Gnocchetti sardi salsiccia e caprino – malloreddus

  1. You need 100 g of farina di semola di grano duro rimacinata.
  2. Prepare 50 g of circa di acqua.
  3. You need Qb of sale.
  4. You need of Condimento.
  5. It’s 100 g of salsiccia.
  6. Prepare 20 g of scalogno (scalogno piccolo).
  7. It’s 50 g of caprino.

Sono fatti di semola di grano e acqua e si possono mangiare con diverse salse, anche se tradizionalmente in Sardegna vengono mangiati con il ragù di salsiccia: i famosi malloreddus alla campidanese (da provare sicuramente con una spolverata di pecorino sardo fresco). I malloreddus alla campidanese sono un primo piatto sardo preparato con i malloreddus, meglio conosciuti come gnocchetti sardi, conditi con un sugo di salsiccia. Gli gnocchetti sardi hanno striature esterne e una forma a conchiglia, sono preparati con semola di grano duro e sono perfetti per questo tipo di ricetta perché raccolgono bene il ragù. I malloreddus, chiamati anche gnocchetti sardi, sono un formato di pasta di grano duro, tipico della cucina sarda, utilizzata soprattutto durante le feste e nelle sagre paesane.

Gnocchetti sardi salsiccia e caprino – malloreddus step by step

  1. Preparare tutti gli ingredienti. Ho messo tutto nel mixer e versato l'acqua gradualmente, incorporare la farina fino ad ottenere un impasto elastico, privo di grumi e non appiccicoso..
  2. Importate è il riposo sotto una ciotola per 30 minuti. L'impasto è adatto a rigapasta in legno, a quelli meccanici, oggi io ho usato il tappetino per il sushi..
  3. Prepariamo il condimento per gli gnocchi..
  4. La cottura in abbondante acqua salata, il tempo varia secondo il formato e se sono freschi o secchi, ma vi accorgerete subito quando ė pronta saliranno a galla..
  5. In una ciotola mettere i pomodori secchi con dell'acqua calda per 5 minuti. In una padella a parte preparate un giro d'olio e tagliate lo scalogno e sgarare la salsiccia rimuovendo il budello. Lasciare rosolare fino ad avvenuta cottura, ora aggiungere i pomodori ben asciutti e fatti in pezzi. Unire gli gnocchi al condimento e mescolare, in ultimo il caprino fatto in pezzi aggiungendo un mestolo di acqua di cottura e mantegare..
  6. Componiamo i nostri piatti e servire caldi,.

Gli gnocchetti sardi con salsiccia e asparagi sono un gustoso primo piatto primaverile dalla cremosità irresistibile! Più comunemente conosciuti come gnocchetti sardi con ragù di salsiccia, i malloreddus alla campidanese sono tra i primi piatti tipici della Sardegna più popolari ed apprezzati della cucina regionale. Per realizzare gli gnocchetti sardi con pomodoro e salsiccia dedicatevi in primo luogo al sugo. Sbucciate la cipolla e tritatela finemente. Fatela appassire a fuoco dolce con un decilitro di olio in una casseruola, per un paio di minuti.

You May Also Like

About the Author: admin

Leave a Reply

Your email address will not be published.